Festa dei Musei

20 Maggio 2017 - 21 Maggio 2017

Il museo del sale di Cervia partecipa alla Festa dei Musei, iniziativa nata dalla Direzione generale MUSEI  legata all'International Museum day del 18 maggio.  Si tratta di un grande evento nazionale alla cui realizzazione concorrono non solo i principali musei statali, ma anche tutte le realtà pubbliche e private che desiderano aderire. Il tema al centro di questa inedita due giorni è quello del rapporto tra Musei e storie controverse.

Le tipologie degli eventi vengono distinte a seconda del target e in giornate e fasce orarie dedicate alle quali corrisponde un argomento . Musa ha scelto di partecipare alla sezione Il Patrimonio per Tutti   una tematica scelta per dare maggiore risalto a quei valori promossi dalla Comunità Europea tramite la Convenzione di Faro, che tra le sue definizioni cardine, prevede concetti come quelli di “eredità culturale” e “comunità di eredità” che pongono l’attenzione sul valori anche immateriali del nostro Patrimonio sulla loro  valorizzazione.

 

Domenica 21 maggio alle ore 16.00 MUSA offre ai suoi ospiti una visita guidata gratuita al museo condotta nella antica lingua della terra di Romagna. Si va alla ricerca della identità dei luoghi, della storia dei paesaggi culturali della città del sale, dello sviluppo delle terre, delle acque e dei mestieri, della civiltà del sale e della salina millenaria. Un viaggio nel tempo, fra le storiche mura degli antichi dei magazzini del sale, fra immagini, documenti, attrezzi, e fra passato, presente e futuro della civiltà salinara cervese.

Si passa dalle origini della città al suo sviluppo turistico soffermandosi sulla produzione del sale, il prezioso “oro bianco” che ha scatenato contese e guerre volte al controllo sulla produzione e commercio di questo importante elemento che è stato indispensabile per la conservazione dei cibi fino all’avvento dei moderni frigoriferi. Ad accogliere gli ospiti e a condurre la visita sarà un salinaro.

Gli eventi della Festa dei Musei di tutta Italia sono promossi sul sito del ministero www.beniculturali.it

 

Torna indietro